L’olanda in 3 giorni : tra storia, cultura e mare del nord.

L’Olanda per me è di casa oramai. Mio fratello vive lì e ci vado davvero molto spesso!! Ma la cosa più buffa è che non avrei mai pensato di visitare cittadine carine come non avevo mai visto fino ad adesso. Ma prima di scendere nei dettagli vi dico solo che Novembre è davvero un buon periodo per visitare l’Olanda perchè non è ancora freddissimo, le giornate non sono ancora molto corte e solitamente non piove moltissimo come a gennaio, febbraio o marzo.
L’itinerario scelto per questo tour comprendeva visitare 3 cittadine molto caratteristiche che sono solitamente fuori dai tour in territorio olandese.
Devo ammettere che la pianificazione del cosa fare, cosa vedere e dove pernottare non è stata affidata a me, ma il tour è stato organizzato da easyJet e Visit Holland, e devo dire che tutto è stato impeccabile. In rete non si riesce a trovare molte informazioni su ipotetici tour dell’Olanda di 3 giorni, e quindi anche cosa vedere e dove fermarsi sarebbe stato davvero difficile da definire, se il viaggio lo avessi dovuto organizzare da solo
Anche per questo motivo, mi trovo adesso a buttare giù questo blog con tante informazioni utili per tutti voi. Chissà mai che abbiate solo tre giorni e vogliate farvi un giro in Olanda.
L’unica certezza che davvero avevo era quella che non saremmo passati da Amsterdam, meno male visto che ci sono stato moltissime volte e i 3 giorni li avrei cosi dedicati totalmente al resto del paese!
Alla fine l’itinerario è stato deciso , prima di partire, cercando di visitare delle cittadine di interesse storico, la scelta è ricaduta su Haarlem, Groningen and Leeuwarden.

L’aeroporto su cui è convenuto volare è stato quello di Amsterdam Schiphol visto che è servito molto bene da easyJet e con questa compagnia mi sono sempre trovato molto bene oltre che essere sempre molto conveniente.
Seppur io abiti in toscana e sia in mezzo all’aeroporto di Pisa e Firenze, il giorno prima della partenza avevo un lavoro a Milano per cui mi è stato davvero conveniente partire da li.
Mi sono affidato a JetPark Milano Malpensa che mi ha fatto anche trovare l’auto pulita al mio ritorno. Come vi ho detto prima easyJet è proprio comoda per viaggiare in Europa, non ci sono limitazioni sul peso del bagaglio e grazie allo speedy boarding tutta la procedura di imbarco è iper veloce. Due orette di volo e da Milano Malpensa si raggiunge Amsterdam Schiphol.

Photo 02-12-2019, 14 26 31

Appena atterrato ad attendermi c’era un bellissimo van Westfalia, color arancione, proprio come i colori olandesi e quelli di easyJet , ad attendermi. Lo ammetto, non avrei mai pensato a tutto ciò !! Cioè, salire in un van del genere è sempre stato il mio sogno sin da piccolo, ho cercato di noleggiarlo in tutti i miei viaggi senza mai riuscirci!!! Sta volta ci potevo salire!!!

Processed with VSCO with a6 preset

Quindi insieme alla compagnia degli altri content creator italiani qui in Olanda con me, saliamo a bordo e partiamo alla scoperta della prima cittadina del tour Haarlem!!
Non vi dico quante foto sono state fatte al van da dentro e da fuori, eravamo proprio euforici!!
Dopo circa un’oretta di strada arriviamo al calar del sole nella bellissima cittadina di Haarlem. Già all’ingresso della città veniamo subito colpiti dalla vista di un grande mulino, il Molen de Adriaan, di cui sono presenti ancora i resti, seppur sia del 1700. Arriviamo cosi in Hotel, neppure il tempo di lasciare le valigie, rinfrescarci un attimo e subito ci diamo appuntamento nella hall per partire alla scoperta di Haarlem.
Haarlem è la vera sorpresa dell’Olanda. In molti son sempre presi da Amsterdam, Utrecht, Rotterdam ed Eindhoven, mete anche di molti voli low cost, ma raramente si avventurano in altre cittadine nonostante siano a pochi minuti di treno, come in questo caso. Ci rendiamo conto subito di aver fatto la scelta giusta a decidere di visitare questa città.

 DSC00004_2 DSC00021_2 DSC00016_2


Li è un’esplosione di colori, tra le luci e i riflessi dei cafe sui canali e la luce del tramonto infuocato che ci accompagna in questi primi passi qui a Haarlem. Un’altra cosa di cui ci rendiamo subito conto è che in questa città come in molte olandesi tutti vanno in bici e non ci sono i soliti rumori del traffico. Ormai è ora di cena, quindi rimandiamo il resto della visita al giorno seguente.

Non ci resta che tornare al nostro hotel, cambiarci e scendere per la cena. L’hotel scelto per questa visita ad Haarlem è un bellissimo boutique Hotel nascosto in centro in mezzo alle casette a mattoni. E’ l’Hotel Staats ed è stato davvero un’ottima scoperta!! Ha davvero tanti elementi di design all’interno e super colorato.
Usciamo di nuovo per la cena, dovremmo avere una prenotazione in un posto super carino, è proprio cosi, il van ci riporta in centro, scendiamo a poche decine di metri dal locale ed entriamo. Come in molti ristoranti in Olanda anche qui vige la formula dove si deve scegliere tra quante portate si vuole, o tre, o quattro o cinque. Mangiamo bene e tra le chiacchiere in inglese con il nostro autista olandese e tra di noi italiani in italiano il tempo vola.
Il mattino seguente, la sveglia suona molto presto, colazione abbondante al boutique hotel e siamo subito fuori, per visitare il mercato della Piazza di Grote e la cattedrale di S. Bavone. Il tempo vola e a dire la verita per visitare bene tutto il mercato e apprezzare la bellezza della cattedrale servirebbe molto molto tempo!!! Al mercato c’è una quantità fenomenale di formaggi!! Ne rimango davvero stupefatto!! Mentre all’interno della cattedrale si trova l’organo di Muller, si dice sia il più grande del mondo, alto ben 30 metri. Sarebbe stato epico sentirlo suonare.
Prima di ripartire verso la prossima tappa, ci rimane anche del tempo per visitare il museo Teylers, è il museo più antico d’Olanda. Qui la fanno da padroni tantissimi quadri, molti fossili e un sacco di strumenti scientifici!! Davvero davvero interessante!! Usciamo dal museo e di corsa partiamo verso Groningen, serviranno più tre ore per arrivare visto che seppur il van Westfalia sia bellissimo è anche molto lento!! Credo di non aver mai superato gli 80km/h in autostrada :)
Lungo la strada per Groningen, ci fermiamo a pranzo a 15 minuti da Haarlem in località Zandvoort in un ristorantino sulla spiaggia. Queste spiagge sono interminabili e in sfondo è visibile anche Amsterdam.

Photo 30-11-2019, 12 39 45 copia
Pranzo a base di fish and chips e si riparte per Groningen. Il tempo ci sta assistendo e nonostante qualche pioggerellina estemporanea vediamo un sacco di arcobaleni. A Groningen arriviamo nel pomeriggio, anche sta volta è quasi il momento del tramonto. Questa bellissima città sembra essere molto più grande di Haarlem e si dice sia popolatissima di studenti universitari, in quanto ha un’ università molto famosa e antica. Una della più antiche dell’Olanda. Arriviamo in hotel, posiamo le valigie e ri-usciamo subito per un piccolo tour notturno, qui luci, colori e canali sono favolosi. Sta volta fa davvero freschino per cui il giro a piedi è breve e decidiamo di esplorare meglio la città il giorno seguente.
La mattina successiva, come al solito, la sveglia suona presto proprio per permetterci di sfruttare tutte le ore di luce. La prima tappa è il quartiere di Reitdiephaven dove ci sono una serie di casette coloratissime dove scattiamo un sacco di foto!! Sembra proprio di essere a Copenhaghen!! Torniamo quindi verso la città passando prima per l’Energy Academy, un luogo super ecosostenibile. Ci dicono sia l’università europea dedicata allo studio delle energie ecosostenibili, non possiamo entrare in quanto è Domenica ed è chiusa. Ci accontentiamo di vederla da fuori!! Ne vale la pena!!

 DSC00256_2DSC00266_2



Arrivati quindi in città ci fermiamo subito ad esplorare il Groninger Museum, un museo davvero interattivo con tantissime installazioni originali, con tante sezioni dedicate a moda, design e fotografia.Pranzetto veloce in un cafe in centro e ci rimettiamo alla scoperta di Groningen. Una cittadina proprio a misura d’uomo, dove tutto è facilmente raggiungibile a piedi!! Anche se anche qui la bici è il mezzo preferito da tutti.

Ripartiamo per la prossima destinazione, una cittadina che si divide tra misticismo e romanticismo. Sto parlando della bellissima Leeuwarden. Circa due orette di strada da Groningen con il nostro super van e arriviamo, anche questa volta è quasi l’ora del tramonto.

Processed with VSCO with a4 preset Processed with VSCO with a4 preset


Iniziamo con il visitare il quartiere di Nieuwestad dove si trova il cuore di Leeuwarden per poi finire a visitare il Fries Museum, che non è il museo del fritto, ma un bellissimo museo dedicato alla storia dell’olanda, dalle invasioni celtiche fino alla seconda guerra mondiale. Continuiamo la nostra esplorazione, facciamo quindi due passi tra le stradine di Leeuwarden fino ad arrivare al nostro hotel, è anche sta volta un boutique hotel, proprio lungo il canale. Si chiama Hotel Catshuis ed è veramente di stile, qualcuno di noi ha seppur la vasca idromassaggio in camera! Ad ogni modo tutte le stanze sono bellissime. Una doccia veloce ed esco per una passeggiata notturna con il gruppo per raggiungere poi il ristorante della cena. Stasera il meteo non ci assiste e siamo accompagnati da una piacevole pioggerellina invernale. Questa bagnando tutte le strade le rende ricche di riflessi che con le luci della città rendono l’atmosfera davvero incantata!!
Cena squisita al Restaurant BY ÚS un ristorante gourmet in centro e torniamo in albergo per riposarci. Mattina seguente ci svegliamo di buon ora per gustarci le ultime ore in Olanda prima di riprendere la strada verso Amsterdam Schiphol. Ci fermiamo per una sosta veloce per vedere la scultura “Love”, del 2017, nel piazzale della stazione di Leeuwarden. Davvero suggestiva.

Photo 02-12-2019, 15 55 46

E’ tempo di tornare in aeroporto e salutare questa bellissima nazione!!! Mio consiglio vivissimo è di passare almeno un paio di giorni in ogni cittadina. Ci sono davvero molte cose e attrazioni da visitare, con qualche giorno in più vi potrete godere a tutto tondo queste cittadine caratteristiche. Insomma ogni tanto vale la pena uscire dagli itinerari soliti che si trova online e visitare anche città meno popolari ! Vi renderete conto che avrete cosi ricordi indimenticabili!!